Blog

Prevenzione Covid-19

Prevenzione Covid-19: secondo un recente studio pubblicato sull’ International Journal of Multiphase Flow, non sarebbero sufficienti mascherine e distanze di sicurezza per scongiurare i contagi. La ricerca, che ha evidenziato come le goccioline di saliva persistano nell’aria per 15 minuti, è stata svolta in congiunzione dalla TU Wien (Università di Tecnologia Vienna), dall’Università della Florida, dalla Sorbona di Parigi, dalla Clarkson University (Usa) e dal Mit di Boston.

Fino ad oggi, tutto ciò che era noto in merito ai droplet (goccioline di saliva) ed alla loro propagazione era obsoleto: le basi scientifiche erano vecchie di decenni, pertanto si è ritenuto necessario sfruttare le più recenti tecnologie per sviluppare un nuovo modello dinamico dei fluidi.

L’italiano Alfredo Soldati, che ha firmato lo studio per la TU Wien, ha spiegato all’ Adnkronos che tutto ciò è utile per comprendere la diffusione del Covid-19, sottolineando che “Anche quando la gocciolina di saliva è evaporata, rimane una particella di aerosol, che può contenere il virus” e che questo “Consente ai virus di diffondersi su distanze di diversi metri e rimanere nell’aria per lungo tempo”.

prevenzione covid-19
Immagine di larghi droplet (Bourouiba, L, 2020)

Nello specifico, la ricerca ha portato alla luce che una comune particella da 10 micrometri di diametro -dimensione media delle goccioline di saliva-, impiega circa 15 minuti per cadere a terra. Questo dimostra che il Covid-19 può rimanere nell’aria anche per un quarto d’ora.

Il prof. Soldati ha precisato: “Le mascherine sono utili perché bloccano le goccioline di grandi dimensioni e va bene anche mantenere una distanza” di sicurezza, ma i nostri risultati mostrano che nessuna di queste misure può fornire una protezione garantita”.

Lo studio:

Balachandar, S, Zaleski, S, Soldati, A, Ahmadi, G, Bourouiba, L. (2020) Host-to-host airborne transmission as a multiphase flow problem for science-based social distance guidelines – In International Journal of Multiphase Flow, V.132; 103439. DOI: https://doi.org/10.1016/j.ijmultiphaseflow.2020.103439

PDF: https://www.dualtrend.it/wp-content/uploads/2020/10/1-s2.0-S0301932220305498-main.pdf

Prevenzione Covid-19: sanificare l’aria può essere la soluzione

Sulla base dei dati evidenziati dalla ricerca, per la prevenzione del Covid-19, risulterebbe quindi necessario integrare sistemi di sanificazione dell’aria. Infatti, sebbene sia indubbia l’utilità delle mascherine e del distanziamento sociale, questi non sarebbero sufficienti ad evitare il contagio laddove ci si trovi in un ambiente in cui persone infette abbiano emesso da poco (ed entro 15 minuti) goccioline di saliva.

Specialmente laddove vengano emesse goccioline di saliva di grandi dimensioni, la sanificazione dell’aria può realmente fare la differenza nel contrastare la pandemia. E’ inoltre da considerarsi che che non tutti indossano le mascherine ergonomiche come Dual Mask, in grado di proteggere non solo se stessi, ma anche gli altri dai droplet emessi.

Tutti gli ambienti pubblici dovrebbero essere dotati di sistemi di sanificazione dell’aria in continuo, come per esempio Dual UV-C, il sanificatore da utilizzare in presenza di persone e che permette un costante ricircolo di aria sana priva di virus, germi e batteri (al 99%). Gli UV-C si sono dimostrati efficaci anche contro il Coronavirus – Studi e ricerche disponibili a questo link.

Una volta terminate le attività, oppure tra l’ingresso di una persona ed un’altra (o gruppi di persone ed altre), è opportuno ripulire sia l’aria che le superfici ed i tessuti. Ad oggi, la sanificazione ad ozono con un generatore come Dual O3 è quella più efficace, veloce ed ecologica: l’eliminazione al 99.99% di virus, germi, batteri, muffe, spore ed altri microorganismi patogeni avviene in pochi minuti e l’efficacia è stata dimostrata anche contro il Covid-19 – Studi e ricerche disponibili a questo link.